Il Presidente degli USA ha convocato i grandi colossi americani del mondo Tech per rafforzare la sicurezza informatica della nazione.

Gli attacchi informatici colpiscono notevolmente entità private e pubbliche a livello internazionale, di tutte le dimensioni che toccano i portafogli delle famiglie. Negli USA è stata calcolata una disponibilità di 500 mila di posti lavoro nel settore cybersecurity, che aggrava la situazione.

Il 5 Agosto, l’Italia ha previsto circa 620 milioni di euro per il decreto sulla cybersicurezza nazionale, in America, Biden è disposto a spendere altrettanto per salvaguardare la sicurezza nazionale ed economica del governo americano.

Sul territorio internazionale, il Presidente degli USA è intenzionato ad aggiornare la politica informatica della NATO, chiedendo ai paesi del G7 un provvedimento per le nazioni che ospitano i criminali informatici.

 

Perché ha convocato i leader tech?

Tweet di Biden

Come ha annunciato su Twitter, Joe Biden, il 25 Agosto, presso “The White House”, ha incontrato i CEO delle grandi aziende internazionali per rafforzare la sicurezza informatica. L’obiettivo della discussione era quello di collaborare con il governo americano implementando la sicurezza informatica a livello sociale ed economico per tutto il territorio nazionale.

 

 

 

 

 

Chi sono i CEO dei leader tech che ha incontrato Biden?

Leader tech

 

  • Tim Cook di Apple – La mela di Cupertino si impegnerà a incrementare l’autenticazione a più fattori, formazioni sulla sicurezza, registrazione e risposte alle minacce, rendendo il processo produttivo tecnologico più sicuro.
  • Sundar Pichai di Google – Ha promesso d’investire 10 miliardi di dollari per accrescere i programmi zero-trust, rafforzare e migliorare la sicurezza del sistema operativo. Il motore di ricerca più famoso del mondo darà la possibilità di certificare gli americani con competenze digitali entro i 5 anni.
  • Arvind Krishna di IBM – La maggior azienda del settore informatica offrirà formazioni nell’ambito della cybersicurezza nel corso dei prossimi 3 anni.
  • Satya Nadella di Microsoft – Da sempre investe nella progettazione di prodotti contro gli attacchi informatici, come l’ultimo acquisto di Microsoft, oltre a fornire soluzioni avanzate per la sicurezza. L’azienda creata da Gill Gates, donerà 150 milioni di dollari per migliorare la sicurezza dei governi federali, statali e locali.
  • Andy Jassy di Amazon – Si è impegnata a fornire gratuitamente un dispositivo per l’autenticazione a più fattori ai possessori di Amazon Web Services. Inoltre, l’azienda renderà i corsi per la sicurezza gratuiti al pubblico.

Hanno partecipato anche gli amministratori delegati delle Università Americane, fornitori di assicurazioni informatiche e l’associazione Girl Who Code che supporta le donne nel mondo informatico digitale.

Potete trovare maggiori dettagli nell’articolo ufficiale della Casa Bianca.